Zampe di tutti i tipi

Pagina 1 2 3 4 5

Da adulti, tutti gli Insetti hanno sei zampe, un paio per ogni segmento del torace, che servono principalmente per la locomozione. Eppure, le zampe non sono tutte uguali. Ne esistono infatti "modelli" diversi per forma e dimensioni, a seconda del modo di spostarsi e dell'ambiente di vita di ciascun insetto. Il modello tipico, che gli Insetti hanno ereditato oltre 400 milioni di anni fa dagli Artropodi terrestri loro progenitori, è quello che serve per camminare e correre sul terreno o sulle piante. Da questa zampa "primitiva" hanno avuto origine, attraverso i processi evolutivi, tutti i tipi di zampe che noi oggi osserviamo negli Insetti. Alcune di queste sono adatte al salto o al nuoto, mentre altre, pur conservando la funzione locomotoria originale, servono anche ad aggrapparsi, a catturare, a scavare, a pulirsi e a raccogliere.

Camminare e correre

La maggior parte degli Insetti adulti vive in ambienti terrestri e utilizza le zampe per spostarsi sulla superficie del suolo o sulla vegetazione. Le zampe per camminare vengono chiamate ambulatorie, mentre quelle per correre si chiamano cursorie, sebbene non vi siano grandi differenze. Entrambe, infatti, sono lunghe e sottili, con femori e tibie ben sviluppati che funzionano attraverso un sistema di leve, mentre il tarso fornisce l'appoggio. Tipiche zampe per camminare e correre sono quelle delle Blatte, delle Formiche e di moltissimi Coleotteri.

Com'è fatta una zampa

Nonostante possano avere forme e dimensioni assai diverse, le zampe degli Insetti sono sempre costituite da cinque segmenti: coxa, trocantere, femore, tibia e tarso.

Coxa trocantere femore tibia tarso

 

Zampa cursoria di cicindela (Coleoptera Carabidae).


Muoviti con il mouse sopra la zampa per vedere la localizzazione delle diverse parti.

L'evoluzione delle zampe

I progenitori degli Insetti erano Artropodi terrestri non volatori, con il corpo diviso in molti segmenti e numerose paia di zampe, fatte in modo da permettere loro di muoversi sul suolo o sulla vegetazione.
Nel corso dell'evoluzione, però, le zampe di alcuni segmenti anteriori (1, 2, 3 e 4 nel disegno qua accanto) si sono trasformate in pezzi dell'apparato boccale, mentre quelle dei segmenti addominali (8, 9, ecc.) sono scomparse, cosicché solo le tre paia di zampe dei segmenti toracici (5, 6 e 7) hanno conservato la primitiva funzione locomotoria.

Il disegno qui accanto è una rappresentazione ipotetica delle variazioni morfologiche subite dagli Artropodi che si sono evoluti negli Insetti.

 

da Fiori et All., modificato

Pagina 1 2 3 4 5